Come scegliere i Pantaloni da Trekking - AttrezzaturaTrekking.it
I Am Montanaro
Scritto da Alberto

Come scegliere i Pantaloni da Trekking

Come scegliere i Pantaloni da trekking?

Ci sono molti fattori da considerare quando si vuole scegliere il miglior paio di pantaloni da trekking.

Quindi, vediamo cosa bisogna tenere presente prima di effettuare l’acquisto dei pantaloni per il trekking, così da scegliere il paio più adatto alle proprie esigenze.

Tipi di pantaloni

In generale i pantaloni da trekking possono essere suddivisi in differenti categorie:

PANTALONI CORTI

Trekking shorts

Ideali per l’estate e i climi caldi, questi pantaloni permettono alle gambe di rimanere fresche e ventilate. Di contro lasciano le gambe esposte a insetti, rovi e sole. Inoltre il clima può cambiare rapidamente in alta quota e trovarsi con le gambe sudate al freddo non è una buona sensazione. Optando per questa scelta è bene aver con sé anche un paio di pantaloni lunghi nello zaino, per ogni evenienza.

PANTALONI STANDARD

Pantalone trekking standard

Questi pantaloni da trekking sono ideali per le escursioni perché tengono caldo e proteggono le gambe da insetti, abrasioni, umidità nonché dall’esposizione al vento e sole. Per evitare di sudare e avere troppo caldo, molti pantaloni offrono prese d’aria e tasche in rete in grado di favorire il passaggio di aria fresca e rinfrescare le gambe nelle calde giornate d’estate.

Altri pantaloni invece sono progettati per resistere al freddo durante i trekking invernali. Questi non hanno prese d’aria ma possono essere rivestiti all’interno di un materiale in grado di mantenerci caldi e asciutti.

Prima di scegliere occorre avere idea più o meno delle escursioni che si andranno a fare e soprattutto delle condizioni meteorologiche a cui sottoporrete i vostri pantaloni da trekking.

Clima caldo o clima freddo? Leggi anche i nostri articoli su come fare trekking con clima caldo oppure con clima freddo.

PANTALONI MODULABILI

Pantalone trekking modulabile

I pantaloni modulabili da trekking hanno una cerniera su ogni gamba, solitamente appena sopra il ginocchio, che consente di rimuovere la parte inferiore del pantalone, trasformandolo così in un pantaloncino pratico e leggero.

Molti escursionisti amano la praticità e versatilità che questa tipologia di pantaloni da trekking offre, perché permette di risparmiare spazio e peso, avendo praticamente due soluzioni con un pantalone solo. Inoltre se la giornata è calda ma non si vogliono lasciare le gambe scoperte, magari per via delle zanzare, di ortiche o del sole, è possibile aprire le cerniere a metà creando una presa d’aria che permetterà alle gambe di respirare meglio senza essere completamente scoperte.

Dimensioni:

Per praticare escursionismo il consiglio è sempre quello di non indossare mai abiti troppo aderenti. Un paio di pantaloni da trekking comodi dovrà permettere alle gambe di muoversi tranquillamente, senza opporre resistenza al movimento o causando sfregamenti inutili e irritanti.

Non bisogna però nemmeno acquistare un pantalone troppo largo, in questo caso sarà anch’esso scomodo, pesante e si impiglierà facilmente in cespugli e rovi, e sbatterà fastidiosamente al vento.

Occorre trovare la taglia giusta, e regolare la vita in modo che non stringa troppo e che non lasci cadere il pantalone.

Molti pantaloni da trekking offrono un elevato numero di tasche, sicuramente molto utili per riporre oggetti, ma che se riempite troppo possono diventare scomode e pensanti. Io personalmente cerco di inserire il meno possibile oggetti nelle tasche.

Clima e destinazione del trekking

Come già accennato in precedenza è fondamentale sapere in quale condizione i pantaloni verranno utilizzati.

Se il clima sarà caldo e secco allora i pantaloni dovranno essere assolutamente leggeri e traspiranti.

Se il clima sarà freddo invece sarà sicuramente meglio avere un paio di pantaloni standard imbottiti in grado di ripararsi da freddo e umido.

Colore

Fattore spesso trascurato, il colore può giocare un ruolo importante durante la nostra escursione.

Molti scelgono il colore in base al proprio stile e all’abbinamento con gli altri indumenti, ma c’è un altro fattore da tenere a mente.

Se si faranno escursioni soprattutto con clima caldo è meglio scegliere colori chiari, come bianco, beige e simili.

Colori più scuri invece possono essere utilizzati con climi più freddi.

I colori chiari tendono a riflettere la luce, assorbendo quindi meno calore e mantenendoci più freschi. Viceversa per i colori scuri, assorbendo più luce, permettono di stare più al caldo.

E dopo i pantaloni, bisogna pensare alla giacca! In questo articolo ti diamo alcuni consigli su come scegliere una giacca da trekking.

Condividi:


Alberto
Alberto

Ho un diploma in Informatica e una laurea in Teologia. Di mestiere sono uno Web Developer, nel tempo libero mi dedico alla montagna e alla scrittura. instagram | Blog


Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.