Camminare rigenera lo spirito - AttrezzaturaTrekking.it
I Am Montanaro
Scritto da Alberto

Camminare rigenera lo spirito

Viviamo in un periodo di grande stress. Appuntamenti, traffico, dispositivi elettronici, scadenze, solitudine… Tutto questo farà sicuramente bene al portafoglio, ma toglie vitalità alla nostra anima. Fortunatamente esiste un’attività semplice e gratuita che rigenera lo spirito: camminare.

Non serve nessuna particolare capacità, basta mettere un piede davanti all’altro. Camminare è uno dei movimenti più naturali per l’uomo, una delle prime cose che impariamo. Ogni giorno ci alziamo in piedi e inizimo a camminare, per andare in bagno, in cucina e al lavoro. Purtroppo però spesso lo facciamo troppo poco.

Camminare è un’attività che apporta moltissimi benefici al nostro corpo, senza richiedere sforzi pesanti e senza pesare sui legamenti. Ma non solo, le semplici passeggiate possono migliorare molto anche la nostra salute mentale.

Mens sana in corpore sano diceva il buon vecchio Giovenale, e con la camminata si prendono due piccioni con una fava!

Camminare permette di fare del bene sia alla mente che al corpo, il tutto con un’attività a bassa intensità, dove non è necessario spingersi oltre ai propri limiti. Certo si può fare, è possibile camminare su sentieri impervi e per lunghi chilometraggi, ma per ottenere benefici è sufficiente mettere un piede davanti all’altro e proseguire.

Oggi tutti abbiamo uno smartphone sempre in tasta in gradi di contare i passi. Questo può aiutarci e spronarci a tenere sotto controllo la nostra attività e migliorare di giorno in giorno.

Medici ed esperti raccomandano di effettuare diecimila passi ogni giorno per mantenersi sempre in forma. Questo tradotto in chilometri significa superare i sette chilometri al giorno! Non male!

Non bisogna però pensare di passare da 0 a 10.000 tutto in una volta. Si può iniziare con l’obiettivo di 4.000 passi al giorno per poi crescere pian piano.

Un buon metodo è cercare di andare nei luoghi quotidiani a piedi. Supermercato, ufficio e tutti i posto raggiungibili facilmente senza l’utilizzo dell’automobile. Non tutti però hanno il lavoro vicino a casa, ma si può fare qualcosa anche in questo caso! Basta parcheggiare a un paio di chilometri di distanza dal luogo di arrivo e camminare per l’ultimo tratto. Così si potrà iniziare a trarre benefici dalla camminata.

Il mio consiglio è però quello di non perdersi troppo nell’utilizzo degli strumenti elettronici. Questi possono essere di aiuto all’inizio, ma poi è meglio camminare per il semplice gusto di farlo, non per raggiungere un determinato numero di passi, per battere amici o se stessi.

La camminata fa bene alla mente, ma se la mettiamo sul lato competitivo allora questa particolarità se ne va subito.

Bisogna imparare a camminare e basta. Non camminare con le cuffie, non ottimizzare i tempi, non allungare il passo… Semplicemente camminare e immergersi totalmente nell’ambiente circostante. In città può non essere così semplice, ma ormai ogni centro abitato dispone di parchi verdi ideali a tale scopo.

Camminare permette di staccare dal mondo e, senza sforzare troppo il fisico, rigenera lo spirito.

Leggi gli altri articoli di Alberto

Condividi:


Alberto
Alberto

Ho un diploma in Informatica e una laurea in Teologia. Di mestiere sono uno Web Developer, nel tempo libero mi dedico alla montagna e alla scrittura. albertoreineri.it | instagram


Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.