SEVA Project - Al servizio della Natura - AttrezzaturaTrekking.it
Scritto da Stefano

SEVA Project – Al servizio della Natura

Conoscete Stefano Tiozzo? Se la risposta è no vi consiglio caldamente di rimediare subito. Stefano è un fotografo e youtuber davvero davvero bravo. Produce documentari incredibili, resi tali anche grazie al suo stile narrativo. Lo seguo oramai da tanto, e qualche tempo fa ha dato vita assieme ad Andrea Quirico, Simone Mazzini e Lorenzo Masci a SEVA Project.

seva project

Ho deciso di parlarvene perché se frequentate questo blog vuol dire che siete amanti della natura (o almeno spero!) e SEVA Project è un ottimo modo per aiutarla.

Cos’è SEVA Project

SEVA è una parola sanscrita che significa “servizio incondizionato”. L’intento di questo progetto è infatti quello di mettersi al servizio del Pianeta tramite azioni concrete che tutti possiamo aiutare ad attuare. Attraverso una serie di documentari di viaggio, verranno trattate tematiche legate alla salvaguardia del pianeta, la sostenibilità ambientale e la conservazione della biodiversità. Il tutto raccontato con l’inconfondibile stile di Stefano Tiozzo.

Il primo documentario è stato girato in Islanda e tratta il tema delle energie rinnovabili e del climate change, argomento molto caldo e di attualità. Il team di SEVA Project ha scelto l’Islanda perché è una di quelle aree del pianeta dove si possono notare in maniera più lampante gli effetti del cambiamento climatico. Non a caso il documentario inizia con il funerale del ghiacciaio Okjökull che si è tenuto il 18 agosto 2019. Il ghiacciaio è stato dichiarato morto nel 2014 dopo soli 700 anni di vita. Scusate se ve lo spoilero, ma ho già acquistato il primo documentario!

Come si fa quindi ad aiutare il Pianeta attraverso SEVA Project? Acquistando il documentario, SEVA devolverà metà del ricavato delle vendite per finanziare un progetto di riforestazione grazie alla collaborazione con Treedom (di cui vorrei parlarvi in un prossimo articolo), mentre la parte restante verrà usata per coprire i costi vivi per la realizzazione di ogni documentario.

seva project

Fra l’altro oltre ad acquistare il documentario per voi, avete anche la possibilità di regalarlo, e se lo farete con almeno tre amici diventerete Sostenitori SEVA, con una menzione speciale nei titoli di coda dei documentari.

I documentari

Come vi dicevo il primo documentario è già stato realizzato in Islanda e vi posso garantire che è stupendo, ma nel momento in cui sto scrivendo questo articolo, i ragazzi sono al lavoro per realizzare il secondo che è stato girato in Nepal.

Inoltre sul canale di Stefano Tiozzo potete già vedere anche quello dedicato alla prima parte della riforestazione di un’area del Madagascar. Ve lo lascio qui sotto, e se non conoscete il progetto vi consiglio di prendervi del tempo e di guardarlo.

Come trovare SEVA

Oltre ad acquistare il documentario vi consiglio anche di seguire SEVA Project sui vari social che vi linko qui sotto. I ragazzi infatti producono un sacco di contenuti molto interessanti in cui ci raccontano, fra le altre cose, le abitudini da adottare per creare uno stile di vita più sostenibile. E tutto questo lo fanno attraverso le parole e le esperienze degli esperti del settore con i quali collaborano.

Trovate questi contenuti su:

Facebook : https://www.facebook.com/projectseva/

Instagram : https://www.instagram.com/sevaproject_official/

YouTube : https://www.youtube.com/channel/UC30jnXc2hZgRQmrFu-E8cTw/videos

Telegram : https://t.me/sevaproject

Inoltre trovate anche il podcast di SEVA su Spotify ed Apple Podcast, e anche sul canale YouTube di Stefano Tiozzo trovate tanti video a riguardo.

Non avete scuse per non seguirli!

…chiedo scusa, manca il link più importante di tutti, quello del sito dove poter acquistare i documentari! https://sevaproject.it/#about

Spero che questo articolo sia stato utile per farvi conoscere una bella iniziativa e vi invito a farla conoscere a vostra volta a quante più persone possibili. Più siamo, più aiuti possiamo dare al nostro fantastico pianeta!

P.S.: ci teniamo a dire che non percepiamo alcun compenso da parte di SEVA Project. Abbiamo deciso di scrivere questo articolo perché siamo convinti sostenitori del progetto, e vogliamo cogliere l’occasione per ringraziare i ragazzi di SEVA per quello che stanno facendo e per la disponibilità dimostrata per farci scrivere questo articolo.

Segui Stefano Marchi sul suo Canale YouTube per tantissimi consigli sul Trekking, attrezzatura e Outdoor!

Condividi:




Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *