8 Consigli: fare trekking con il Cane - AttrezzaturaTrekking.it
I Am Montanaro
Scritto da Alberto

8 Consigli: fare trekking con il Cane

Il trekking è un ottimo modo per rilassarsi e tornare alla natura. Ma se portassi anche il tuo cane a spasso con te? È ovviamente possibile e se stai cercando alcuni consigli per i tuoi trekking con il cane, allora questo articolo è esattamente quello che fa per te!

Noi di Attrezzatura Trekking abbiamo identificato otto suggerimenti che ti porteranno sui sentieri con il tuo amico a quattro zampe preferito, in pochissimo tempo. Nell’articolo, indicheremo i requisiti dietetici del tuo cane, le attrezzature che possono rendere la tua camminata ancora più semplice e come assicurarti che entrambi torniate a casa in sicurezza.

1. CONTROLLA LE NORME E LE NORMATIVE LOCALI

Se sei abbastanza fortunato da avere una tua proprietà di grandi dimensioni, puoi passare direttamente al punto successivo!

Tuttavia, la maggior parte di noi dovrà portare il proprio cane a fare trekking nei parchi locali o sui sentieri, in zone alpine e boschive.

Per la sicurezza del pubblico e per la protezione della flora e della fauna autoctone per le generazioni future, è comprensibile che le autorità del parco possano prevedere limitazioni per quanto riguarda i cani. Potresti anche scoprire che ci sono requisiti per i cani, come tenerli sempre al guinzaglio o mantenerli in aree specifiche.

Questi requisiti di accesso sono di norma molto ben delineati sul sito web del parco o della zona in questione. Quindi, per evitare delusioni e sforzi inutili, vale la pena fare un rapido controllo prima di iniziare i preparativi per le escursioni.

2. ESSERE PREPARATO

Dedicare un po’ di tempo per prepararsi alla tua escursione è il modo migliore per garantire che sia tu che il tuo cane possiate vivere una bella esperienza, tornando a casa in forma e in salute!

Spesso ci piace pensare che i nostri cani abbiano energia illimitata, ma la realtà è che, proprio come noi, hanno anche i loro limiti (anche se non vorrebbero ammetterlo!). Potrebbe essere necessario un po’ di allenamento nelle settimane che precedono il cammino, iniziando con brevi uscite e aumentando la distanza di volta in volta.

Questo rafforzerà le zampe del tuo cane, aumenterà la sua resistenza e assicurerà che non trasporti troppo peso in eccesso. Per le escursioni notturne, dovresti anche considerare di fare una rapida visita dal veterinario per un controllo generale e assicurarti che le vaccinazioni del tuo cane siano tutte aggiornate.

L’ambiente selvaggio esporrà il tuo cane a tutti i tipi di insetti, piante e malattie che potrebbero non incontrare mai a casa. Per lo meno, informati riguardo la prevenzione da pulci e zecche.

Se ti senti a tuo agio nel tagliare le unghie del tuo cane, farlo prima di andare a camminare, potrebbe farti risparmiare un sacco di grattacapi e denaro durante un’escursione in notturna. Le unghie affilate e i materiali fragili della tenda non vanno assolutamente d’accordo e potresti ritrovarti con un buco inaspettato nel mezzo di una serata di pioggia!

Infine, e soprattutto se hai intenzione di lasciare il tuo cane libero per tutto il tempo, addestralo in modo che sia affidabile e risponda immediatamente a qualsiasi comando verbale.

Ci saranno numerosi pericoli che il tuo cane incontra durante un’escursione, dai serpenti alla vegetazione velenosa ai burroni e pendii ripidi. Se hai intenzione di dare al tuo cane la libertà di esplorare, è fondamentale che tu possa anche prevenire i pericoli.

3. CONTROLLA LA TUA ATTREZZATURA

Incontrare un animale selvatico durante la tua escursione e vedersi staccare il collare del tuo cane è l’ultima cosa che vorresti! Prima di affrontare un trekking con il cane, dai un rapido controllo al collare per assicurarti che sia ben fissato e che sia in buone condizioni.

Allo stesso modo, controlla il guinzaglio per eventuali malfunzionamenti o fili allentati e assicurati che i dispositivi di fissaggio in metallo siano in buone condizioni. Un guinzaglio lungo può anche essere una buona idea, ma ricorda soltanto che più sarà lungo più sarà probabile che rimanga impigliato su cespugli e altri oggetti!

Se è probabile che le condizioni siano fredde o bagnate, potresti voler acquistare una giacca per il tuo cane. Il pelo del cane assorbe l’acqua e in condizioni di vento è possibile che si trovi in ipotermia molto rapidamente.

Se si tratterà di una lunga camminata, potresti anche pensare di allacciare una piccola imbracatura alla schiena del tuo cane per trasportare piccoli oggetti. Un cane sano e in buone condizioni può generalmente trasportare con facilità il 10-20 percento del peso corporeo.

Sappiamo quanto amano essere coinvolti, e se ciò significa che puoi portare meno roba sulla tua schiena, perché no?!

4. PORTARE ALIMENTI E ACQUA A SUFFICIENZA

L’escursionismo richiede molta energia sia per gli uomini che per i cani. Per le escursioni di un giorno, dovresti dare al tuo cane un po’ di cibo extra nell’ultimo pasto prima dell’uscita.

Per i trekking con il cane notturni, dovrai pianificare di portare con te almeno lo stesso quantitativo di cibo che normalmente gli daresti da mangiare a casa. Non dimenticare di portare anche una ciotola piccola e leggera!

Un’abbondante quantità di acqua è fondamentale per la salute del tuo cane. A volte, puoi fare affidamento su fonti d’acqua naturali come ruscelli e laghi.

In luoghi asciutti, questo non sarà sempre possibile e dovrai portare tutto il necessario.

Leggi anche il nostro articolo con l’elenco completo dell’attrezzatura da trekking per il cane.

5. PIANIFICARE IL SONNO

Per i trekking con il cane di un giorno, questo non è un problema. Ma durante un’escursione di più giorni, devi pensare al dormire. Dentro la tenda? Fuori dalla tenda?

Se opterai per l’interno, allora un piccolo materasso in schiuma e una coperta garantiranno una superficie calda e confortevole su cui il tuo cane potrà dormire, proteggendo al contempo il fondo della tenda. Fai una prova a casa per vedere se il tuo cane si adatta alla tenda: non a tutti i cani piace!

Dormire fuori dalla tenda ha anche i suoi rischi e le sue considerazioni da fare. Se ci fossero animali selvatici in giro? Dovrai legare il guinzaglio a un albero? Ci sono zanzare o altri insetti? Solo tu conosci il tuo cane abbastanza bene da decidere se questa è la scelta giusta.

6. ESCURSIONE IN SICUREZZA

Anche se è improbabile che qualcosa vada storto, quando si tratta della salute del tuo cane, è sempre meglio pianificare ogni possibile eventualità. Potrebbe essere utile un piccolo kit di primo soccorso, che contenga un attrezzo per rimuovere le zecche.

Una consulenza con il veterinario sarebbe un’ottima idea. Possono consigliare ulteriormente ciò che può valere la pena portare con sé, includendolo nel kit.

Anche una rapida verifica del meteo e del sentiero è sempre una buona idea. Le zampe dei cani, in particolare se non hanno mai fatto un’escursione in precedenza, possono essere morbide e possono facilmente scottarsi su rocce o terreno caldi.

Possono sembrare buffe, ma ci sono molte varietà di scarpe per cani disponibili sul mercato che possono essere indossate sulla parte superiore delle zampe del tuo cane fornendo un’ottima protezione e presa!

7. NON LASCIARE TRACCIA

Lo odiamo tutti, ma la pulizia dopo che i nostri cani hanno fatto i loro bisogni non solo mantiene il sentiero il più naturale possibile per gli altri escursionisti, ma impedisce anche la potenziale diffusione delle malattie da scarsa igiene.

La scelta migliore è portare con sé alcuni sacchetti di plastica piccoli e resistenti durante l’escursione. Inserendoli in due sacchetti, eviterai incidenti indesiderati. Quindi, riponili in un compartimento separato dello zaino per lo smaltimento al tuo ritorno.

Un’altra buona opzione, in particolare se stai facendo un’escursione notturna con il tuo cane, è quella di prendere una piccola paletta e scavare una buca profonda almeno 60cm in cui smaltire i bisogni.

8. CONTROLLO SALUTE POST TREKKING

Ad ogni pausa di riposo e quando torni a casa alla fine dell’escursione, è importante sottoporre il tuo cane ad un controllo sanitario completo.

Zoppica? Le sue zampe sono in buone condizioni e non eccessivamente sensibili? Ha raccolto rami o altra vegetazione nel pelo che deve essere spazzata via?

Se è stata una giornata lunga, calda e sporca, potresti persino dovergli fare un bagno veloce.

Speriamo che con questi consigli possa deciderti a portare il tuo cane con te e goderti delle fantastiche giornate in mezzo alla natura con il tuo migliore amico peloso.

Soprattutto per le escursioni di una giornata. Leggi la nostra guida definitiva in questo articolo.

Condividi:


Alberto
Alberto

Ho un diploma in Informatica e una laurea in Teologia. Di mestiere sono uno Web Developer, nel tempo libero mi dedico alla montagna e alla scrittura. albertoreineri.it | instagram


Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.