Binocolo Trekking: come sceglierlo - AttrezzaturaTrekking.it
Scritto da Loris

Binocolo Trekking: come sceglierlo

Tenendo in considerazione che un binocolo ti sarà utile per notare cose che, ad occhio nudo, difficilmente vedrai, è però molto difficile districarsi tra i vari modelli e tipi in commercio. Il modo migliore per valutare le prestazioni ottiche e la facilità di utilizzo di un binocolo è andare in un negozio e provarne diversi, prima di arrivare all’acquisto. Detto questo, ecco alcuni consigli fondamentali per facilitarti la scelta del binocolo da trekking.

Introduzione: come scegliere il binocolo da trekking

COSA SIGNIFICANO I NUMERI SUL BINOCOLO?

I numeri presenti sui binocoli ti dicono essenzialmente la loro capacità di ingrandimento e le dimensioni (diametro della lente dell’obiettivo).

Nei binocoli 8×42, ad esempio, “8” è la capacità di ingrandimento e “42” è il diametro (in millimetri) delle lenti dell’obiettivo (ovvero delle lenti più vicine all’oggetto che stai visualizzando).

La dimensione dell’obiettivo rende l’idea di quanto siano fisicamente grandi i binocoli e quanta luce possano far filtrare al loro interno. Una volta compreso il significato di questi numeri e di come influenzano la visione, saprai se stai scegliendo un binocolo adatto per il birdwatching, per l’osservazione delle stelle o per l’utilizzo su una barca in movimento, ad esempio.

ALCUNE DOMANDE E RISPOSTE VELOCI

Perché i binocoli con caratteristiche simili sono più costosi di altri?

È ciò che c’è dentro e come sono costruiti che conta. Infatti, più l’ottica è ben realizzata, più il prezzo salirà, anche di centinaia di euro.

Quali caratteristiche aggiuntive è importante considerare quando si acquista un binocolo?

Considera anche il materiale esterno, a protezione dei meccanismi e delle lenti, come il rivestimento in gomma, o l’impermeabilità e l’antiappannamento delle lenti.

Inoltre, puoi tenere conto anche del prezzo e, a seconda dell’uso previsto, potrebbe valere la pena acquistarne uno dedicato all’attività che vorrai praticare.

SCEGLIERE IL BINOCOLO IN BASE ALL’UTILIZZO

Se desideri un binocolo per uno scopo primario specifico come il birdwatching, l’osservazione di particolari animali o per l’astronomia, le linee guida base che leggerai di seguito, possono aiutarti a restringere le tue scelte.

L’ingrandimento e le dimensioni sono ovviamente il punto di partenza, ma dovrai tenere conto anche dell’ottica e di altre caratteristiche.

• Binocoli da trekking

Poiché le dimensioni e il peso in uno zaino sono fattori chiave per poter camminare leggeri, ti consigliamo un binocolo da trekking compatto con ingrandimento di 8 o 10 e un diametro dell’obiettivo inferiore a 28 (8×25, 10×25, 8×28 e 10×28 sono tutte ottime scelte).

Scegline uno con rivestimento in gomma così sarà più resistente. Inoltre, i modelli resistenti all’acqua o impermeabili eviteranno al binocolo di rovinarsi al contatto con l’acqua.

• Binocoli per birdwatching

In questo caso, il peso non sarà così importante, quindi puoi rivolgerti a modelli di medie dimensioni o standard (i binocoli 8×32 e 8×42 sono i più popolari tra gli appassionati di birdwatching).

Anche se un ingrandimento di 10 potrebbe esserti utile per vedere un piccolo animale in lontananza, un binocolo a ingrandimento 8 avrà un campo visivo più ampio, importantissimo per localizzare gli uccelli.

La resistenza all’acqua è sempre consigliata, così come i modelli che non si appannano quando passano da temperature calde a temperature più fresche.

• Binocoli per l’osservazione di fauna selvatica

modelli più popolari sono 8×32, 8×42, 10×32 e 10×42.

Scegli un ingrandimento maggiore (10 anziché 8) quando prevedi di essere più lontano dagli animali, in modo da restringere maggiormente il campo visivo. Scegli la dimensione media (obiettivo da 32 mm) anziché il formato pieno (obiettivo da 42 mm) se desideri qualcosa di un po’ più compatto e maneggevole.

Anche qui, la resistenza all’acqua è consigliata.

• Binocoli per l’osservazione delle stelle

In questo caso, dovrai massimizzare l’ingrandimento e la capacità di far filtrare luce nel binocolo.

Potresti considerare un 10×42 o un 10×50; se sceglierai un ingrandimento maggiore, avrai bisogno di un treppiede per tenere fermo il binocolo.

binocolo trekking

Caratteristiche del binocolo da trekking

DIMENSIONE

Per semplicità, i binocoli sono suddivisi in 3 categorie, in base alle dimensioni delle lenti dell’obiettivo (il secondo numero che identifica la tipologia di binocolo da trekking, ad esempio 42):

  1. Compatti: la dimensione dell’obiettivo è inferiore a 30mm (8×25, 10×28, ecc.)
  2. Medi: la dimensione dell’obiettivo va da 30mm a 40mm (10×30, 8×32, ecc.)
  3. Standard: la dimensione dell’obiettivo è maggiore di 40mm (8×42, 10×50, ecc.)

Tieni conto tuttavia che le variazioni nell’ottica, nel design e nella costruzione potranno far variare di peso i vari binocoli in una singola categoria. Ovvero, esistono ad esempio diversi binocoli compatti con pesi differenti e così via.

binocolo trekking

Se stai scegliendo un binocolo per portarlo con te nei tuoi trekking, dovresti optare per un modello leggero e quindi un compatto.

I modelli di dimensione media possono garantirti immagini più nitide e luminose ed essere più comodo al tatto. I binocoli standard, invece, sono decisamente più grandi e meno pratici sia da tenere in mano che da portare nello zaino.

CAPACITÀ DI INGRANDIMENTO

La maggior parte delle volte sceglierai tra un ingrandimento di 8 o 10, anche se potrai trovare modelli con ingrandimenti inferiori o superiori.

  • Binocolo a capacità 8: ha un campo visivo più ampio.
  • Binocolo a capacità 10: ha una visuale più indirizzata e dettagliata.

Ad esempio, i binocoli 8×25, 8×32 e 8×42 avranno tutti lo stesso ingrandimento: un oggetto apparirà 8 volte più vicino rispetto a vederlo ad occhio nudo.

Anche se potrebbe pensare che un ingrandimento maggiore sia migliore, in realtà non è sempre così. Questo perché l’ingrandimento amplifica anche il movimento delle tue mani, i binocoli con capacità di ingrandimento maggiori di 10 rendono difficile una visione stabile. Quindi, se prevedi di utilizzarlo in situazioni in cui è difficile rimanere stabili con le mani, meglio evitare questo tipo di ingrandimenti.

Esistono anche dei binocolo zoom: potrebbero essere la soluzione definitiva, ma hanno alcuni compromessi nella qualità dell’immagine. Un po’ come succede nella fotografia. Prima di acquistare un binocolo da trekking zoom, confrontalo con binocoli a ingrandimento fisso.

CAMPO VISIVO

La capacità di ingrandimento ha anche un effetto diretto sul campo visivo. Un ingrandimento inferiore lo espande, un ingrandimento maggiore lo restringe.

binocolo trekking

Avere un campo visivo più ristretto può rendere più difficile individuare oggetti piccoli o in movimento (come gli uccelli) quando si guarda lontano. Questo tipo di campo visivo minore lascia entrare anche meno luce, quindi le immagini saranno leggermente più scure.

DIAMETRO DELL’OBIETTIVO

Il diametro delle lenti dell’obiettivo ha un ruolo chiave nella quantità di luce che il tuo binocolo potrà ricevere. Mettendo a confronto due binocoli con le stesse identiche caratteristiche, il paio con i diametri delle lenti più grandi catturerà più luce, fornendo un’immagine più luminosa. 

Anche i binocoli con ottiche di qualità superiore avranno immagini più luminose.

OCULARE DI USCITA

Si tratta del cerchio luminoso che può essere visto al centro di ciascun oculare quando si tiene il binocolo a circa 30 cm di distanza dagli occhi con le lenti dell’obiettivo puntate verso una luce intensa.

Un valore più alto fornirà immagini più luminose. Un valore più alto indica una visione migliore in situazioni di scarsa illuminazione e sarà più facile identificare un’immagine completa di un oggetto se le tue mani si muovono o tremano.

La dimensione dell’oculare di uscita viene calcolata dividendo il diametro delle lenti dell’obiettivo per il numero di ingrandimento.

Per i binocoli 8×42, 42 diviso 8 corrisponde a un diametro dell’oculare di uscita di 5,25 mm. Indica la dimensione del raggio di luce che raggiunge i tuoi occhi, le cui pupille variano da circa 2 mm in piena luce a 7 mm in totale oscurità.

  • Per le situazioni di scarsa illuminazione, un’oculare di uscita di 5 mm o più, può andare bene: all’alba, al tramonto o con una fitta vegetazione, avere un valore elevato dell’oculare di uscita può facilitare la visione.
  • Per la visione in piena luce diurna, la dimensione dell’oculare di uscita è meno importante perché quasi tutti i binocoli offrono oculari di uscita che superano i 2 mm.

DISTANZA TRA OCULARE E OCCHIO

È la distanza tra un oculare e l’occhio mentre stai guardando con il binocolo. Si tratta di una specifica chiave se indossi gli occhiali.

In questo caso, se porti degli occhiali, scegli un binocolo con una distanza tra oculare e occhio di 11mm o più.

La maggior parte dei binocoli da trekking ha oculari regolabili che consentono di impostarli sul valore massimo di estrazione (quella dichiarata). Questo di solito viene fatto roteando gli oculari in gomma o toreando una ghiera per accorciare gli oculari.

binocolo trekking

Comprendere l’ottica del binocolo

MATERIALI E RIVESTIMENTI PER LENTI

È qui che entrano in gioco le tecnologie avanzate (e una serie infinita di termini per descriverle).

La qualità del vetro delle lenti, capaci di ridurre il riflesso, vanno di pari passo con la chiarezza e la luminosità dell’immagine. Ecco perché dovrai fare qualche prova prima di acquistare il binocolo.

In questo modo capirai perfettamente la capacità di ingrandimento che avrà il binocolo da trekking e la nitidezza dell’immagine.

TIPOLOGIA DI PRISMA

I prismi sono gli elementi ottici che dirigono la luce dall’immagine attraverso il binocolo, fino ai tuoi occhi.

I vecchi binocoli “prisma di porro” sono dotati di una struttura più larga nella parte anteriore, con i prismi non allineati con gli oculari.

I modelli più recenti a “prisma a tetto”, hanno gli oculari e le lenti degli obiettivi allineati.

La differenza nell’aspetto non è sufficiente per valutarne la qualità, ma avere un binocolo a “prismi a tetto” consente al binocolo da trekking di essere più piccolo e leggero.

binocolo trekking

Caratteristiche di protezione

• Binocolo impermeabile e resistente alle intemperie

Probabilmente potresti trovarti ad utilizzare il tuo binocolo da trekking anche sotto la pioggia, quindi ti consigliamo di valutare un binocolo impermeabile o resistente alle intemperie.

Tieni inoltre presente che i produttori a volte descrivono qualsiasi livello di resistenza all’acqua come “impermeabile”, anche se esiste una distinzione:

  • I binocoli impermeabili in genere utilizzano O-ring per isolare l’umidità. Possono resistere all’acqua, ma non ad un’immersione prolungata. I binocoli con questo livello di protezione tipicamente indicano “impermeabile” nel nome del modello.
  • I binocoli resistenti alle intemperie (o all’acqua) non sono completamente impermeabili. Possono sopportare piogge leggere, ma non un diluvio o un’immersione in un torrente.

• Rivestimento in gomma

Sebbene non fornisca una protezione estremamente sicura dagli urti di qualsiasi tipologia, un rivestimento in gomma è comunque utile per proteggere il binocolo da piccoli urti e botte accidentali.

È una caratteristica utile per qualsiasi binocolo destinato all’utilizzo in ambienti esterni difficili o tecnici, proprio come su un sentiero.

• Binocolo a prova di appannamento

I binocoli possono appannarsi quando ci si sposta da un ambiente freddo ad uno caldo. Non solo è fastidioso, ma può anche essere potenzialmente dannoso se l’umidità dovesse rimanere intrappolata all’interno.

Per contrastare l’appannamento, i produttori di binocoli tolgono l’aria all’interno e la sostituiscono con azoto, che non contiene umidità e quindi non si condensa. Questo procedimento protegge dall’appannamento delle superfici interne delle lenti, ma non di quelle esterne.

Come mettere a fuoco il tuo binocolo

La maggior parte dei binocoli ha una ghiera centrale che mette a fuoco entrambe le canne contemporaneamente. Hanno anche una ghiera di regolazione “diottrica” ​​per mettere a fuoco solamente una parte, consentendoti di compensare le differenze di visione tra gli occhi.

Se indossi gli occhiali, inizia facendo roteare gli oculari completamente verso il basso, prima di iniziare.

binocolo trekking

Per mettere a fuoco il tuo binocolo, procedi come segue:

  1. Copri l’obiettivo destro* con una protezione e metti a fuoco nitidamente la ghiera centrale su un oggetto distante.
  2. Spostare la protezione sull’obiettivo sinistro* e metti a fuoco nitidamente la regolazione “diottrica” sullo stesso oggetto.
  3. Tutto fatto! Lascia le diottrie così come sono e utilizza la ghiera centrale per la messa a fuoco su oggetti e visuali diversi.

* Se il binocolo ha le diottrie sulla lente sinistra, invertire la copertura dell’obiettivo rispetto a quanto indicato nel punto 1 e 2.

Come provare il binocolo

Per avere un’idea della semplicità di messa a fuoco, di quanto siano comodi i binocoli nelle tue mani e della loro chiarezza e luminosità, devi far visita ad un negozio, dove potrai provare molti dei modelli che stai prendendo in considerazione.

Se il rivenditore non ha nulla per fartelo testare, concentrati su un oggetto dettagliato all’interno del negozio. Presta molta attenzione alla nitidezza e alla luminosità complessive dell’immagine, nonché alla coerenza di chiarezza e luminosità da un lato all’altro nel tuo campo visivo.

(Riadattamento immagini da rei.com)

Potrebbero interessarti anche:

Condividi:


Loris

Appassionato da sempre di montagna, sono co-fondatore di Attrezzatura Trekking.
loast.lorisastesano.itinstagram.com/lo.a.stfacebook.com/loastPh


Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *