App per non perdersi e per l'orientamento - AttrezzaturaTrekking.it
I Am Montanaro
Scritto da Sergio

App per non perdersi e per l’orientamento

Quando si effettuano delle attività outdoor come il trekking è importante non perdere mai l’orientamento, soprattutto quando gli itinerari da percorrere si addentrano in strade isolate e collegate male. Fra le attrezzature da sempre utilizzate per le attività outdoor ci sono la bussola, le carte topografiche e il barometro, ma oggi la tecnologia viene incontro agli escursionisti con sistemi più sofisticati di orientamento. Ecco perché è bene conoscere anche le app per non perdersi e l’orientamento, in circolazione sui vari store online.

Orientarsi con le app durante il trekking

I navigatori satellitari hanno soppiantato le attrezzature classiche per l’orientamento già da un po’, ma a loro volta sono stati superati dai dispositivi mobili che usiamo quotidianamente, utili anche come GPS.

Tutto questo è avvenuto grazie alle mappe digitali per l’escursionismo e le tante app studiate appositamente per facilitare gli itinerari outdoor. Un dispositivo più piccolo, maneggevole e dotato di touch screen è ovviamente più comodo e intuitivo di altre strumentazioni, e poi è alla portata di tutti.

Per escursionisti abituati a frequenti spostamenti è di fondamentale importanza comunicare la posizione geografica, mappare i percorsi e analizzarne le caratteristiche, oltre che mantenere l’orientamento soprattutto nelle situazioni più complesse.

È inoltre molto importante condividere l’esperienza outdoor con la community e attraverso i social, perché aiutarsi a vicenda fra appassionati delle attività fuori porta rende tutto più semplice. Infatti, le app escursionistiche servono anche ad integrare le esperienze a correggere i percorsi, indicando le strade più agevoli e meno pericolose.

Ovviamente, l’utilizzo di queste app è condizionato dai siti internet nei quali si possono trovare i dettagli dei percorsi di interesse, corredati da foto e descrizioni. Utilizzare gli smartphone come GPS consente di tracciare le attività uploadando le immagini, comprese le rotte effettuate e i waypoint.

Molte app consentono il caricamento delle mappe topografiche attraverso la visualizzazione offline e facendo un uso minore della batteria, anche in zone in cui la rete dati non prende.

Ricordate dunque di scaricare le mappe sul vostro dispositivo mobile prima di partire, in modo da averle sempre a portata di mano.

Non tutte le app Lite danno la possibilità di visualizzare le mappe in modalità offline, quindi assicuratevi di poterlo fare prima di partire, scaricando le mappe con il wi-fi da casa.

Le migliori app per orientarsi

1) Wikiloc

Se si vogliono incontrare altri amanti della natura e del trekking è molto utile la piattaforma WikiLoc, progettata con lo scopo di condividere le proprie esperienze. Questa banca dati consente di disegnare gli itinerari, pianificare viaggi a piedi o in bicicletta e dare la possibilità agli altri di farne uso.

Scarica qui Wikiloc per Android

Scarica qui Wikiloc per Iphone

2) Google Maps e Google Earth

Non dimentichiamo Google Maps e Google Earth, grazie ai quali possiamo osservare la Terra tramite satellite anche dal nostro cellulare. Si tratta di app sottovalutate ma che in realtà offrono tantissime informazioni e spunti. Google Earth ha addirittura tantissimi spot fotografici da scoprire sul territorio, corredati da fotografie e dettagli sui posti.

Google Maps è ormai disponibile praticamente di default su ogni dispositivo mobile.

Scarica qui Google Earth per Android

Scarica qui Google Earth per Iphone

3) OpenStreetMap

Per chi ama i sentieri e i percorsi meno usuali OpenStreetMap è un modo interessante di impostare le escursioni immersi nella natura, grazie al contenuto libero della piattaforma, un cui gli utenti possono caricare i propri itinerari.

Questo progetto collaborativo permette il disegno del percorso e la creazione di mappe e cartografie.

Scarica qui OpenStreetMap per Android

Scarica qui OpenStreetMap per Iphone

4) OruxMaps

Segnaliamo anche la piattaforma OruxMaps, un’app non proprio intuitiva ma sicuramente precisa e affidabile.

Questa app è molto dettagliata e consente il caricamento dell’itinerario, la creazione di waypoint, lasciando la possibilità di allegare media e condividere la posizione sui social, scaricando le mappe offline.

OruxMaps non è disponibile per Iphone ma solamente per Android.

Scarica qui OruxMaps per Android

5) EveryTrail diventata oggi AllTrails

Un’app utile per il trekking è anche EveryTrail, assorbita da AllTrails, che consente l’accesso a più di 50000 cartine utili.

Tutti possono integrarne i percorsi caricando i propri itinerari, lasciando quindi la possibilità a tutti di consultarli. AllTrails non dà però la possibilità di scaricare tutte le mappe se non si è un utente pagante.

WikiLoc è forse più affidabile in questo senso, fra l’altro questa app contiene anche moltissime mappe italiane e permette di consultare 45 diverse attività outdoor.

È possibile anche caricare un video e 6 foto da condividere insieme al tracciato del viaggio, consultare le mappe offline e ricevere un avvertimento in caso di fuori pista.

Scarica qui Alltrails per Android

Scarica qui Alltrails per Iphone

6) Alpine Quest

Un’altra app per non perdersi interessante è Alpine Quest grazie alla quale è possibile essere localizzati in tempo reale, consultare le mappe offline, pure se con qualche limitazione.

Non è possibile infatti importare, seguire o creare delle tracce, a meno che non si faccia uso della versione Pro.

Alpine Quest non è disponibile per Iphone ma solamente per Android.

Scarica qui Alpine Quest per Android

7) Outdoor Atlas

Segnaliamo poi Outdoor Atlas, un’app essenziale e semplice da usare, che consente un buon risparmio di batteria, anche se con un po’ di lentezza.

Questa app supporta le mappe di OpenStreetMap e OpenCycleMap, ma per utilizzarle è necessaria una buona connessione.

Scarica qui Outdoor Atlas per Andoid

App per non perdersi

8) Locus Map

Tra le app per non perdersi free più complete disponibili c’è poi Locus Map, che consente la scelta di cartine online o scaricabili e consultabili offline.

Si può consultare il meteo, ricevere una guida vocale durante i percorsi, sebbene risulti un po’ fastidioso il banner pubblicitario presente sull’app.

Scarica qui Locus Map per Android

App per non perdersi

9) Osmand

Fra le migliori app GPS outdoor c’è poi Osmand, che sfrutta i dati delle OpenStreetMap e di Wikipedia.

Si possono scaricare massimo 7 mappe nella versione gratuita ed è possibile creare waypoint, tracciare il percorso, caricare video e foto e tanto altro.

Scarica qui Osmand per Android

Scarica qui Osmand per Iphone

App per non perdersi

10) ViewRanger

Continuiamo questo excursus tra le app per non perdersi con ViewRanger, ricco di mappe dettagliate utilizzabili anche offline.

Questa app viene usata da più di duecento squadre di soccorso e ricerca, inoltre contiene la funzione BuddyBeacon, utile per condividere la propria posizione in tempo reale. BuddyBeacon dà la possibilità di monitorare il luogo preciso in cui ci troviamo, rendendo partecipe chiunque vogliamo.

ViewRanger contiene anche Skyline, una tecnologia gratuita di realtà aumentata che permette la visione del panorama circostante attraverso la fotocamera dello smartphone. Con questa innovativa funzione è possibile trovare i nomi di città, montagne e così via, calcolandone la distanza di percorrenza. Le indicazioni sono inoltre accompagnate dalle frecce di direzione visibili sul display.

Scarica qui Viewranger per Android

Scarica qui Viewranger per Iphone

App per non perdersi

11) EasyTrails

Tra le app per non perdersi, gli amanti dell’outdoor troveranno utile infine EasyTrails, app molto usata da sportivi e amanti dei viaggi di tutto il mondo.

È un’app intuitiva, facile da usare, che permette di registrare le tracce, condividendole con la community e usando una quantità limitata di batteria

Consente di misurare i percorsi e di analizzarli, calcolando la navigazione migliore anche grazie ad una guida vocale.

Unico neo, comune a molte app gratuite, è l’impossibilità di scaricare le mappe e visualizzarle offline, senza inoltre uno storico dei percorsi effettuati.

Scarica qui EasyTrails per Android

Scarica qui EasyTrails per Iphone

App per non perdersi

Potrebbero interessarti anche:

Condividi:


Sergio
Sergio

Recensioni dettagliate di oltre 400 Vie Ferrate in Italia.


Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.