Le 10 Attrezzature Essenziali da Trekking - AttrezzaturaTrekking.it

Le 10 Attrezzature Essenziali da Trekking

Preparare “Le 10 attrezzature Essenziali da Trekking” ogni volta che esci a fare un’escursione, anche soltanto per quelle di un giorno, deve diventare una buona abitudine. È vero, in un trekking veloce puoi usarne anche solo alcuni o nessuno di quelli che ti diremo. Ma sarà quando qualcosa andrà storto (e speriamo vivamente che non accada) che apprezzerai davvero il valore di portare con te questi oggetti che potrebbero essere essenziali per la tua sopravvivenza.

La lista originale delle 10 attrezzature essenziali per il trekking fu raccolta per la prima volta addirittura negli anni ’30 da The Mountaineers, un’organizzazione con sede a Seattle per scalatori ed escursionisti, per aiutare le persone a prepararsi a situazioni di emergenza all’aperto. All’epoca, l’elenco includeva una mappa, una bussola, occhiali da sole e crema solare, vestiti extra, lampada frontale o torcia, oggetti di pronto soccorso, acciarino per il fuoco, fiammiferi, coltello e cibo extra.

Nel corso degli anni, l’elenco si è evoluto in un approccio a “sistemi” anziché includere singoli elementi. Ecco com’è oggi:

LE 10 ATTREZZATURE ESSENZIALI: AGGIORNATO

  • Orientamento: mappa, bussola, altimetro, dispositivo GPS, localizzatore personale (PLB) o messaggistica satellitare
  • Lampada frontale: più batterie extra
  • Protezione solare: occhiali da sole, indumenti protettivi e protezione solare
  • Primo soccorso: compresi medicamenti per piedi e repellente per insetti (se necessario)
  • Coltello: più un kit di riparazione degli attrezzi
  • Fuoco: fiammiferi, accendino, fornello
  • Riparo: trasportato in ogni momento (può essere un bivacco di emergenza leggero)
  • Cibo extra: oltre le aspettative minime
  • Acqua extra: oltre le aspettative minime
  • Abiti extra: oltre le aspettative minime
  • Le 10 attrezzature essenziali possono essere personalizzate in base al trekking che stai facendo. Ad esempio, in una breve e semplice escursione di un giorno, potresti scegliere di prendere una mappa, una bussola e un PLB, lasciando indietro il GPS e l’altimetro. In un trekking più lungo e complesso, potresti decidere di volere tutti quegli strumenti che ti aiutino a mantenerti sulla strada giusta. Quando decidi cosa portare, considera fattori come il tempo, la difficoltà, la durata e la distanza dal punto di appoggio e di soccorso.

Continua a leggere di seguito per ulteriori informazioni su ciascuna delle 10 attrezzature essenziali per il trekking. E per aiutarti a capire cos’altro portare con te, dai un’occhiata alle nostra checklist.

Trekking di una giornata? Con la guida definitiva, sarai attrezzato a tutto.

1. ORIENTAMENTO

Orientamento e bussola attrezzatura essenziale

Gli strumenti di orientamento odierni includono cinque elementi essenziali per le proprie escursioni: una mappa, una bussola, un orologio per altimetro, un dispositivo GPS e un localizzatore personale (PLB). Ecco maggiori dettagli:

  • Carta topografica: una carta topografica dovrebbe accompagnarti in qualsiasi viaggio che coinvolga qualcosa di più di un breve sentiero impossibile da perdere o un sentiero naturalistico visitato di frequente.
  • Bussola: una bussola, combinata con la conoscenza della lettura della mappa, è uno strumento vitale se ci si disorienta durante un’escursione. Molti smartphone, dispositivi GPS e orologi includono bussole elettroniche, ma è consigliabile portare anche una bussola di base standard perché non pesa quasi nulla e non fa affidamento sulle batterie, rendendolo un attrezzo indispensabile.

Nota: una bussola dotata di uno specchio di avvistamento può anche essere utilizzata per inviare fasci di luce ad un elicottero o ad un soccorritore durante un’emergenza.

  • Dispositivo GPS: un dispositivo GPS consente di trovare con precisione la propria posizione su una mappa digitale. Quelli progettati appositamente per i viaggi all’aperto sono spesso costruiti in maniera robusta e sono resistenti alle intemperie. Un’altra opzione diffusa è quella di utilizzare uno smartphone con un’app GPS, ma considera che la maggior parte dei telefoni sono più fragili, quindi probabilmente dovrai proteggerlo con una custodia. Qualunque cosa tu scelga, tieni presente che questi gadget funzionano a batterie, quindi dovrai monitorare la carica della batteria e possibilmente portare batterie extra. Ulteriori informazioni sulla scelta e l’utilizzo di un GPS.
  • Altimetro: questo è un extra di navigazione utile da prendere in considerazione. Utilizza un sensore barometrico per misurare la pressione dell’aria e / o i dati GPS per fornire una stima ravvicinata della quota. Queste informazioni ti aiutano a tenere traccia dei tuoi progressi e a determinare la tua posizione su una mappa.
  • Personal locator beacon (PLB) o dispositivo di messaggistica satellitare: questi gadget possono essere utilizzati per avvisare il personale di emergenza se hai bisogno di aiuto durante i tuoi trekking. Se attivati ​​in caso di emergenza, determineranno la tua posizione tramite GPS e invieranno un messaggio tramite satelliti governativi o commerciali. Un PLB o un dispositivo di messaggistica satellitare può essere un buon strumento da avere nel caso in cui qualcosa vada storto e funzionerà in posizioni remote in cui non è possibile contare su un telefono cellulare per avere un segnale.

 2. LAMPADA FRONTALE

Lampada frontale

Essere in grado di trovare la strada attraverso il buio della notte è essenziale, quindi è sempre necessario avere una luce con te. La lampada frontale è la scelta preferita della maggior parte degli escursionisti. Questo perché mantiene le mani libere per tutti i tipi di attività, che sia cucinare la cena o tenere i bastoncini da trekking. Portare sempre con sé batterie extra.

Se vuoi sapere come scegliere la lampada frontale più adatta a te, leggi questo articolo.

3. PROTEZIONE SOLARE

Protezione solare

Indossa occhiali da sole, indumenti protettivi e protezioni solari. Non farlo può provocare scottature e / o cecità a breve termine e potenzialmente invecchiamento precoce della pelle, cancro della pelle e cataratta a lungo termine.

  • Occhiali da sole: occhiali da sole di qualità sono indispensabili all’aperto per proteggere i tuoi occhi da radiazioni solari potenzialmente dannose. Se stai pianificando un viaggio prolungato su neve o ghiaccio, avrai bisogno di occhiali da ghiacciaio extra-scuri. Una funzione chiave di lenti di qualità è che blocchino il 100 percento della luce ultravioletta (UVA e UVB). I raggi UVB, i raggi che possono bruciare la pelle, sono stati collegati allo sviluppo della cataratta. I gruppi dovrebbero portare almeno un paio di occhiali da sole di riserva nel caso in cui qualcuno perda o dimentichi di portarli.
  • Protezione solare: trascorrere lunghe ore all’aperto può esporre ai raggi ultravioletti, alla causa di scottature solari, all’invecchiamento precoce della pelle e al cancro della pelle. Si consiglia di indossare una protezione solare per limitare l’esposizione ai raggi UV. Quando si sceglie una crema solare, gli esperti di salute consigliano di scegliere:
    • Una formula che offra un fattore di protezione solare (SPF) di almeno 15, sebbene SPF 30 sia raccomandato per attività all’aperto prolungate.
    • Una formula che blocchi i raggi UVA e UVB.

Applicare la crema solare in abbondanza e accuratamente su tutta la pelle esposta. I raggi UV possono riflettersi al di fuori della neve e dell’acqua, quindi non dimenticare di ricoprire punti più nascosti e meno esposti come la parte inferiore del mento e del naso. A seconda di molti fattori (ora del giorno, sudore e altro), è necessario riapplicare ogni due ore. E non trascurare il burrocacao per labbra classificato SPF.

  • Indumenti per la protezione solare: l’abbigliamento può essere un modo efficace per impedire ai raggi UV di raggiungere la pelle senza spalmarsi di creme solari (avrai comunque bisogno di creme solari per qualsiasi pelle esposta, come viso, collo e mani). Molti capi leggeri e sintetici sono dotati di un fattore di protezione dai raggi ultravioletti (UPF) per indicarne l’efficacia contro i raggi UVA e UVB. Un cappello, preferibilmente uno a tesa intera, è un accessorio chiave per la protezione solare.

4. PRIMO SOCCORSO

Kit di primo soccorso attrezzature essenziali

È fondamentale trasportare e sapere come utilizzare gli articoli in un kit di primo soccorso. I kit di primo soccorso preassemblati evitano di costruirsi il proprio da soli, sebbene molte persone personalizzino questi kit per soddisfare le esigenze individuali. Qualsiasi kit dovrebbe includere: trattamenti per vesciche, cerotti di varie dimensioni, diverse garze, nastro adesivo, unguento disinfettante, antidolorifici da banco, carta e penna. Dovrebbero essere inclusi anche i guanti di nitrile. Il kit è sicuramente tra le attrezzature essenziali di primaria importanza.

La durata del trekking e il numero di persone coinvolte influiranno sul contenuto del kit. È anche una buona idea portare una sorta di guida compatta per affrontare le emergenze mediche.

5. COLTELLO

Attrezzature essenziali

I coltelli sono utili per la riparazione degli attrezzi, la preparazione dei cibi, il pronto soccorso, l’accensione del fuoco o altre necessità di emergenza, rendendoli attrezzature essenziali per ogni uscita. Ogni adulto nel tuo gruppo dovrebbe portare un coltello.

Un coltello di base può avere una sola lama pieghevole; coltelli e multitool più elaborati includono cose come uno o due cacciaviti a testa piatta, un apriscatole e / o un paio di forbici pieghevoli. Più complesse sono le tue esigenze (se, ad esempio, stai guidando un gruppo inesperto), più opzioni potresti desiderare nel tuo coltello o strumento.

Oltre a un coltello, un piccolo kit di riparazione può aiutarti in situazioni difficili durante il trekking (e più sei remoto, più diventa importante il tuo kit). Articoli comuni includono: nastro isolante, cordame, nastro di riparazione in tessuto, fascette, spille da balia e parti di riparazione per un filtro per l’acqua, paletti della tenda, materassino, ramponi, racchette da neve e sci.

6. FUOCO

Accendere un fuoco e attrezzature essenziali

In caso di emergenza, è necessario disporre di attrezzature essenziali e affidabili per l’avvio e il mantenimento di un fuoco. Molte persone utilizzano semplicemente degli accendini a butano. I fiammiferi sono però anche adatti, pur non essendo impermeabili e pur dovendo essere conservati in un contenitore impermeabile. Gli accendini comuni sono spesso troppo fragili. Inoltre, sono costruiti in modo inadeguato per essere usati in maniera sicura nella natura selvaggia.

Un innesco per l’accensione del fuoco, come suggerisce il nome, è un elemento che ti aiuta a far ripartire un fuoco ed è indispensabile in condizioni di bagnato. L’innesco ideale si accende rapidamente e sostiene il calore per più di qualche secondo. Le opzioni includono: esca secca nascosta in un sacchetto di plastica, candele, “pepite” di calore (pezzetti di legno scheggiato imbevuti di resina) e persino residui di lanugine da un asciuga-biancheria per uso domestico.

Per le uscite in cui la legna da ardere non è disponibile, come ad esempio escursioni oltre la linea degli alberi e / o sulla neve, si consiglia una stufetta da escursione come fonte di calore e acqua di emergenza.

7. BIVACCO DI EMERGENZA

Bivacco di emergenza

Porta sempre con te una specie di rifugio di emergenza per proteggerti dal vento e dalla pioggia nel caso in cui rimani bloccato o ferito durante il trekking. Le opzioni includono un telo ultraleggero, un sacco da bivacco (sacco bivy), una coperta di emergenza (molto leggera e piccola) o anche un grande sacco della spazzatura di plastica. È importante capire che la tua tenda è il tuo rifugio di emergenza soltanto se ce l’hai sempre con te. Una tenda lasciata al tuo campo non sarà sufficiente, meglio attrezzarsi anche diversamente.

8. CIBO EXTRA

Snack

Prepara sempre almeno un giorno in più di cibo nel caso in cui qualcosa possa prolungare il tuo trekking (come un infortunio o maltempo). È una buona idea portare con sé articoli che non richiedono cottura e che hanno una lunga durata. Cose come barrette energetiche extra, noci, frutta secca o snack.

Se stai facendo un lungo trekking di più giorni o un’escursione invernale, considera di portare con te più di una scorta di un giorno.

9. ACQUA EXTRA

Attrezzature essenziali idratazione

È fondamentale trasportare abbastanza acqua per il tuo trekking. Avere un metodo per trattare l’acqua mentre sei là fuori, sia che si tratti di un filtro / purificatore, un trattamento chimico o un fornellino per sciogliere la neve. Quando si determina quanta acqua trasportare esattamente, considera che la maggior parte delle persone ha bisogno di circa mezzo litro all’ora durante un’attività moderata a temperature moderate. Potrebbe essere necessario trasportare più di quello a seconda di fattori come la temperatura esterna, l’altitudine, il livello di sforzo o un’emergenza.

Come punto di partenza, trasportare sempre almeno una bottiglia d’acqua. Quando si inizia un’escursione, riempire la bottiglia da una fonte di acqua potabile.

10. VESTITI EXTRA

Attrezzature essenziali

Le condizioni possono diventare improvvisamente bagnate, ventose o fredde durante i trekking o un infortunio può provocare una notte fuori programma, quindi è necessario portare vestiti extra oltre a quelli richiesti per il viaggio.

Quando decidi cosa portare, pensa a cosa avresti bisogno per sopravvivere a un lungo periodo di inattività là fuori. Le opzioni comuni includono uno strato di biancheria intima (canottiera e pantaloni), un cappello o passamontagna isolante, calze extra, guanti extra e una giacca o gilet sintetico. Per le uscite invernali, porta indumenti che isolino al meglio la parte superiore del corpo e le gambe.

E ora, è tempo di mettersi in cammino! Leggi le 10 domande e risposte più comuni su come iniziare a fare trekking.

Condividi sui social:



Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *