Zaino in spalla in giro per il mondo - AttrezzaturaTrekking.it

Zaino in spalla in giro per il mondo

Viaggiare zaino in spalla, in giro per il mondo, è l’esperienza più bella che si possa fare nella nostra vita e, se fatto con il giusto approccio sia mentale che psicofisico, diventa davvero gratificante.

Ci sono limiti economici, temporali e logistici ma a tutto c’è una soluzione.

Non per forza bisogna scegliere di alloggiare in alberghi a più stelle, ostinarsi a mangiare in ristoranti stellati o fare shopping sfrenato nelle principali strade delle città.

Negli ultimi anni il viaggiare zaino in spalla sta prendendo il sopravvento sui viaggi turistici, ormai diventati troppo costosi e soprattutto privi di emozioni.

Viaggiare con lo zaino in spalla ha bisogno di stimoli per visitare zone escluse dal turismo di massa, paesi e Nazioni lontane dai classici itinerari turistici. 

Il viaggio insegna, fortifica, a volte crea delusioni inaspettate, problemi da risolvere, ma alla fine di tutto aumenta il bagaglio di esperienza personale: pronti per una nuova avventura ma consapevoli dei propri limiti.

Passo dopo passo alziamo l’asticella del nostro modo di viaggiare rendendolo sempre più sostenibile e responsabile. Sono proprio questi ultimi due aggettivi che devono prevalere sui nostri viaggi, sull’organizzazione ed il modo di viaggiare.

Viaggiare in maniera sostenibile è un passo importante per il futuro del Mondo, in un settore, quello turistico, dove gli sprechi sono all’ordine del giorno ed i consumi troppo elevati.

La mia esperienza come Blogger

Mi chiamo Fabio Sansone e sono un travel blogger amante dei viaggi zaino in spalla in maniera sostenibile (www.blogdiviaggilovest.it), cerco di viaggiare avvicinandomi il più possibile verso questo mio ideale che nel corso degli anni mi ha portato in questa direzione.

I miei viaggi sono leggeri sotto tutti i punti di vista: dal peso dello zaino al costo, ma soprattutto nella mente. Parto con una leggerezza mentale che mi consente di muovermi liberamente in qualsiasi ambito, conoscere nuove culture, socializzare con qualsiasi persona che capiti sulla mia strada, risolvere qualsiasi problema possa capitarmi durante il percorso.


Questa leggerezza rientra nel bagaglio personale di esperienza che ti porta ad esplorare zone lontane inimmaginabili nel vivere quotidiano. Ho iniziato a viaggiare zaino in spalla quando ho sentito il bisogno di andare oltre me stesso, con nuovi stimoli e nuove esperienze.

Oggi difficilmente abbandono il mio zaino. È diventato un tutt’uno con il mio corpo, mi sentirei perso senza di esso, mi protegge e dentro di esso trovo sempre la soluzione a tutto. Vediamo nel dettaglio qualche piccolo consiglio per viaggiare zaino in spalla in giro per il Mondo.

zaino in spalla

Pianificare l’itinerario di viaggio

Nel mondo di oggi, in cui difficilmente abbiamo molto tempo a disposizione per viaggiare, la pianificazione diventa di primaria importanza.

Pianificare un viaggio significa entrare già con le mente dentro di esso anche a mesi di distanza dalla partenza. Significa ridurre notevolmente i tempi di attesa in loco, in cerca di cosa fare, cosa vedere, come spostarsi da un luogo all’altro. In tutto questo la lettura e la ricerca svolgono un ruolo importante come il confrontarsi con altri viaggiatori del tuo stesso stile di viaggio.

In un viaggio a tappe, in ognuna di esse è importante rendersi conto già da casa le possibili soluzioni ad imprevisti che potrebbero capitare; perché gli imprevisti capitano eccome! 

Preparare lo zaino da viaggio

Come ripetuto più volte nei precedenti paragrafi, il mio zaino è sinonimo di leggerezza.

Dopo molti viaggi in giro per il mondo ed un pizzico di esperienza accumulata, è diventato sempre più minimal: le prime cose che scattano nella mente sono la documentazione (visti e passaporto), il taccuino, la macchina fotografica ed una borraccia di alluminio.

Tutto il resto è superfluo e dipende dai giorni a disposizione, dal tipo di viaggio, dalle condizioni climatiche e da altri fattori personali che verranno spiegati nel dettaglio in articoli dedicati.

Che sia un cammino, una escursione di trekking o un viaggio itinerante, lo zaino sarà il vostro fedele compagno di viaggio, sempre sulle vostre spalle, quasi a segnare la vostra pelle senza mai abbandonarvi: perciò anche la sua scelta deve essere ponderata e ben equilibrata.

È di fondamentale importanza munirsi della giusta attrezzatura da trekking in qualsiasi ambiente, naturale e non in cui ci si trovi.

zaino in spalla

Viaggiare in maniera responsabile

E’ il consiglio che cerco di dare a tutti i viaggiatori, amici e conoscenti che vogliono intraprendere ogni singolo viaggio. Bisogna avere cura e rispetto della natura e del prossimo, della cultura e delle tradizioni che andremo a visitare.

Il viaggiare sostenibile deve diventare un senso civico per ognuno di noi perché il turismo oggi sta diventando sempre più irresponsabile.

Non importa vedere tutto e subito, ma quello che conta è entrare nella comunità locale, vivere come loro, frequentando mercati, botteghe e locali poco affollati.

E’ difficile cambiare il modo di viaggiare, ma quanto meno provare a farlo nei piccoli e semplici gesti, quelli che fanno la differenza nella vita quotidiana.

Potrebbero anche interessarti:

Condividi sui social:




Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *