Come orientarsi con le stelle - AttrezzaturaTrekking.it

Come orientarsi con le stelle

Nell’articolo precedente, abbiamo visto come sia possibile orientarsi con il sole. È importante avere metodi alternativi per potersi orientare e non trovarsi in difficoltà in caso non avessimo a portata di mano una cartina e una bussola. Ecco perché, è bene conoscere anche questo metodo: come orientarsi con le stelle.

Ricorda che, sia l’orientamento con il sole, che l’orientamento con le stelle, non sostituiscono in alcun modo una cartina e una bussola. Fai le tue escursioni sempre in sicurezza e portando con te tutto l’occorrente per non perderti e per ritrovare facilmente il sentiero.

Orientarsi con le stelle

Come orientarsi con le stelle

Questo, è un metodo che potrai mettere in pratica durante i tuoi trekking notturni. Le condizioni meteorologiche dovranno essere particolarmente favorevoli, soprattutto senza nubi.

Il tuo punto di riferimento sarà la Stella Polare, che indica il nord con un errore minimo di circa 1° 14′.

Come individuare la Stella Polare?

Per riconoscere facilmente le stelle, l’uomo, fin dalla notte dei tempi, ha cercato di raggrupparle in figure geometriche dette costellazioni.

Prendono il nome di esseri mitologici che potevano essere ricondotti alla forma di queste costellazioni. Troviamo ad esempio la costellazione di Ercole, dell’Acquario, di Orione e molte altre.

Le costellazioni più importanti per quanto riguarda l’orientamento sono:

  • Costellazione dell’Orsa Maggiore o del Grande Carro
  • Costellazione dell’Orsa Minore o del Piccolo Carro

Entrambi i Carri, sono formati da un gruppo di sette stelle la cui forma può ricondursi ad un vero e proprio carro trainato da buoi.

La Stella Polare, si trova nel punto estremo del “timone” (la parte che rappresenta i manici / redini del carro) del Piccolo Carro.

Orientarsi con le stelle

Le Costellazioni del Carro sono importanti anche perché non scompaiono mai sotto l’orizzonte. Infatti, molte costellazioni si vedono solamente in alcune parti dell’anno, a differenza appunto del Piccolo Carro, del Grande Carro, di Cassiopea, Drago e Cefeo. Sono presenti durante tutte le stagioni.


La Stella Polare è poi la stella che mantiene fissa la sua posizione durante tutta la notte. Le altre, seguono il movimento della rotazione della terra e quindi variano la loro posizione.

Ecco perché la Stella Polare è un punto di riferimento perfetto per coloro che vivono nell’emisfero boreale.

Puoi individuarla in questo modo:

  • Trova nel cielo le Costellazioni del Carro
  • Descrivi una linea immaginaria che congiunga le due stelle alle estremità del Grande Carro
  • Prolunga questa linea per 5 volte la sua lunghezza, fino a raggiungere la Stella Polare

Metodo per orientarsi con le stelle

Una volta individuata la Stella Polare, non ti resta che orientarti basandoti sulla posizione del Grande e Piccolo Carro. Puoi aiutarti con le immagini qui sotto.

Tieni quindi in considerazione che, durante l’estate, il Grande Carro si trova a sinistra della Stella Polare.

Stella polare

Durante l’autunno, il Grande Carro si trova sotto rispetto alla Stella Polare e non tutte le stelle si vedono.

Stella polare

Durante l’inverno, il Grande Carro si trova a destra.

Orientarsi con le stelle

Durante la primavera, il Grande Carro si trova a sopra.

Orientarsi con le stelle

In tutte le immagini abbiamo inserito anche Cassiopea: in assenza dell’Orsa Maggiore, potresti basarti proprio su questa Costellazione. È molto facile da individuare perché la sua forma sembra una “M” o “W”, composta da 5 stelle.

Conclusioni

Si tratta ovviamente di un metodo che potrai mettere in pratica solamente di notte e quindi durante i tuoi trekking notturni. In ogni caso, è bello sapere che anche ciò che abbiamo sopra la testa, possa essere utile per noi e per la nostra sicurezza.

Saper leggere il cielo non è da tutti e non è cosa facile. Questo, potrebbe essere un buon punto d’inizio: utile e interessante anche da condividere con i tuoi compagni di trekking.

Oltre a sapersi orientare con le stelle, esistono altri metodi per ritrovare il sentiero. Potrebbero quindi interessarti anche questi articoli:

Condividi sui social:




Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *