Come scegliere gli Scaponcini da Trekking - Attrezzatura Trekking

Come scegliere gli Scaponcini da Trekking

Capire come scegliere gli scarponcini da trekking è fondamentale per ogni escursionista. Si tratta di una delle attrezzature più importanti, quindi bisogna conoscere le basi per scegliere gli scarponcini migliori e che più si adattano alle nostre esigenze.

La buona notizia è che in questo articolo andremo a darti tantissime informazioni su come scegliere gli scarponcini da trekking: toccherà poi a te porre le domande giuste ai venditori così da trovare lo scarponcino giusto. Ma una volta nel negozio, se avrai letto bene, avrai sicuramente meno difficoltà e le idee più chiare per la scelta.

Per quali Trekking li utilizzerai?

SE PENSI DI USARLI SU SENTIERI BEN TENUTI

Sentieri ben curati e zaini leggeri richiedono scarponcini da trekking ad altezza medio/bassa. Le loro tomaie (ovvero la parte sopra la suola) sono realizzate in pelle e tessuto, offrendo una sensazione più fresca e molta traspirabilità.

Piano B – Pioggia e zaini pesanti

Le calzature impermeabili in GoreTex sono la scelta giusta contro la pioggia. Con zaini più pesanti saranno necessarie suole con tacchetti più pronunciati (ovvero le protuberanze sulla suola) per una migliore trazione e un’altezza dello scarponcino più alta per un migliore supporto alla caviglia.

SE PENSI DI USARLI SU SENTIERI PIÙ ACCIDENTATI

Gli scarponcini alla caviglia offrono abbastanza comfort e protezione durante trekking più aggressivi e con lo zaino in spalla leggero. In base a quanto il terreno potrà essere accidentato, sceglili in pelle o in tessuto resistente. Scegli tra fodere impermeabili (ma traspiranti) per clima umido o modelli ben ventilati e traspiranti per condizioni calde.

Scegliere scarponcini da trekking

SE PENSI DI USARLI “FUORI PISTA”

Se pensi di usarli anche al di fuori dei sentieri, su prati, pietraie, zone fangose e su discese a gradoni, meglio scegliere scarponcini con tomaie in pelle e supporto sopra le caviglie.

Per trekking più lunghi con zaini più pesanti, vogliamo una flessibilità ottimale per il comfort, la prevenzione delle vesciche e suole rigide protettive per proteggerci da rocce taglienti e appuntite.

Questi scarponcini da trekking impiegheranno del tempo per ammorbidirsi e adattarsi bene ai tuoi piedi, quindi assicurati di dare loro il giusto tempo di adattamento prima di fare un’escursione più lunga.

In questo articolo abbiamo raccolto le migliori scarpe da trekking in base al tipo di attività e alle condizioni del terreno.

Qual è il tuo livello di capacità sui sentieri

I muscoli delle gambe “ottimizzati” per il trekking li avrai soltanto dopo un buon periodo passato sui sentieri.

Quei muscoli fanno la differenza. Ad esempio, gli escursionisti esperti avranno anche più resistenza alle caviglie e alle ginocchia.

La regola è: più i tuoi “muscoli da escursione” si rafforzeranno, meno supporto avrai bisogno da parte dello stivale. Man mano che i tuoi piedi diventano più forti potrai spostarti verso scarpe da trekking più leggere.

9 Caratteristiche che devi sapere

Le più importanti sono queste 5:

  1. Peso dello scarponcino – Più pesante è lo scarponcino, più lavoro ci sarà per le nostre gambe.
  2. Impermeabile o no? – Non bisogna assolutamente far entrare l’acqua negli scarponcini in quanto ciò causerà un accumulo di odori, vesciche ed sarà scomodo. Quindi, dovremmo scegliere materiali impermeabili che consentano ai nostri piedi di “respirare” e di far uscire il sudore. La membrana GoreTex è di gran moda al giorno d’oggi, a condizione che le temperature non siano troppo elevate.
  3. Sottopiede – Il sottopiede adeguato evita di appiattire i piedi sotto pressione, risparmiando molto dolore. Potresti prendere in considerazione l’acquisto di solette ortopediche aggiuntive.
  4. Protezione dagli infortuni: due lesioni da trekking più comuni sono le storte e le dita dei piedi gonfie. Pertanto, più accidentato sarà il terreno, più supporto alla caviglia sarà necessario. Le superfici in pendenza daranno vita difficile alle nostre dita, nel caso scegliessimo uno scarponcino senza abbastanza spazio libero nella punta del piede.
  5. Supporto del peso – Gli zaini più pesanti richiedono robustezza e flessibilità. Abbiamo bisogno di una gamma completa di movimenti, ma anche del tipo di protezione che impedisca ai nostri piedi di piegarsi troppo indietro o in avanti.
Scegliere scarponcini trekking Salewa

Ci sono poi altri aspetti da considerare:

  1. Linguetta – È la parte collegata alla tomaia per evitare che sporcizia, piccole pietre, acqua e detriti che troveremo sul sentiero entrino nello stivale.
  2. Protezione – si tratta di una specie di gomma posizionata solo nella parte anteriore o attorno al bordo esterno. È lì per rafforzare le aree più colpite dallo scarponcino. Aumenta la durata delle calzature e aggiunge una maggiore protezione alle dita.
  3. Rivestimenti – il GoreTex è una membrana impermeabile ad alta efficacia. Offre una certa traspirabilità ma i tuoi piedi continueranno a sudare ad alte temperature e alla luce solare diretta. I rivestimenti con tecnologia antiumidità come Dri-Lex o Cambrelle daranno ottime performance sia in impermeabilità e ventilazione. Avranno un trattamento antimicrobico per prevenire gli odori.
  4. Parte alta imbottita (colletto) – Le parti alte spesse assicurano il comfort adeguato e il supporto giusto alla caviglia lungo il sentiero.

Come posso provare gli scarponcini in negozio?

Un escursionista intelligente ignorerà l’aspetto dello scarponcino o la fantasia del marchio (anche se in realtà, va detto, l’aspetto estetico fa la sua parte). Sicuramente la cosa più è importante è come gli scarponcini si adatteranno ai tuoi piedi.

Esaminiamo alcuni modi per provare se gli scarponcini sono giusti per i tuoi piedi:

  • La prova del dito – Indossa lo scarponcino, lascialo slegato e prova a far scorrere il dito dietro il piede. Dovrebbe adattarsi perfettamente.
  • La prova sensoriale – Dovrai mettere il piede nudo nello scarponcino di tua scelta. Prova a sentire tutti i punti in cui lo stivale sembra essere stretto (se ce ne sono). Con le calze questa prova non è attendibile. Nota: concentrati soprattutto sulle dita dei piedi piccoli e sull’osso dell’alluce e se senti se c’è pressione in quella zona.
  • La prova del passo – Cosa succede con gli scarponcini mentre cammini? La parte anteriore è giusta o è troppo vicina alle dita dei piedi? Il tallone si muove insieme allo scarponcino o scivola? Se il tallone si strofina troppo con lo scarponcino mentre cammini, sono sicuramente troppo grandi e causeranno vesciche.
  • La prova su un piano inclinato – Per finire, chiedi al venditore un piano inclinato. Dobbiamo testare come si comporta lo scarponcino in pendenza. Prova a scendere e guarda come ci si sente. Se le dita dei piedi toccano la parte anteriore, chiedi una coppia di mezza/una taglia più grande. Se noti ancora quel fastidio, passa al modello successivo.
Scegliere scarponcini trekking

Come indossare gli scarponcini – 9 consigli

Questi sono i passaggi che bisogna seguire per scegliere gli scarponcini da trekking della misura giusta:

  1. Assicurati di provarli nel tardo pomeriggio. I nostri piedi si espandono durante il giorno, quindi il momento migliore per acquistare scarpe da trekking è quando hanno raggiunto la loro dimensione massima.
  2. Prova gli scarponcini indossando le tue calze da trekking preferite
  3. Includi il sottopiede ortopedico (se la utilizzi)
  4. Confronta i tuoi piedi con il sottopiede
  5. Fai scivolare il dito tra il tallone dello scarponcino e la parte posteriore del piede. Dovrebbe entrare facilmente, senza nessun problema, se la misura è giusta
  6. Mentre allacci, il piede dovrebbe iniziare a muoversi
  7. Le dita dei piedi dovrebbero avere abbastanza spazio in ogni condizione. Inoltre, non dovrebbero toccare la parte anteriore dello stivale
  8. Guarda come ti trovi dopo aver fatto un paio di passi
  9. Non deve esserci nessun sfregamento del tallone

Come controllare la qualità degli scarponcini in negozio

Scegliere marchi famosi è un modo per “andare sul sicuro” sulla qualità perché hanno il nome dalla loro parte: è una garanzia. Ma basarsi soltanto “sul marchio figo” per scegliere gli scarponcini da trekking non significa che troverai per forza quelli giusti. Bisogna scavare un po’ più a fondo.

Quindi ecco alcuni suggerimenti per controllare la qualità durante la prova in negozio:

  • Controlla le cuciture. Non vogliamo vedere alcun filo libero o punti mancati.
  • Il collegamento tra la suola e la tomaia deve essere stretto e solido, senza cuciture allentate o deboli.
  • La pelle deve essere liscia dappertutto, senza graffi, bordi irregolari, tagli o abrasioni.
  • I tacchetti dovrebbero essere solidi, duri e resistenti.
  • Dovremmo optare per lacci in nylon intrecciato anziché semplici lacci per scarpe. Gli occhielli devono essere durevoli e robusti.
  • Controlla bene la suola: suole troppo sottili non saranno protettive a sufficienza.
  • Prova a strizzare lo stivale come un asciugamano. Se riesci a torcerlo, le intersuole sono troppo morbide e non fanno il loro lavoro.
  • Controlla la parte posteriore dello scarponcino, sul tallone. Deve essere dura e resistente.

Tempo di mettersi sul sentiero!

Speriamo che con questa mini guida tu possa scegliere gli scarponcini da trekking perfetti per le tue escursioni.

Ricordati di questi suggerimenti con ogni coppia di scarponcini che pensi possa essere quella giusta per te: in questo modo non potrai sbagliarti.

Scegli in modo intelligente, sicuro e ci vediamo lungo il sentiero!

In questa guida ti diamo in vece alcuni consigli su come scegliere i pantaloni per il trekking.

Condividi sui social:



Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *